Salta Menù|

testata semplice

LA STORIA - domenica 30 aprile 2017 

Sei in: »Portale di Sant'Anna di Stazzema »LA STORIA


la storia





  RICERCHE





[GLI EVENTI BELLICI]

Il neosquardismo fascista


Molte frange del Fascismo repubblicano, dal 1943, in un tessuto societario disgregato, convinti che Mussolini non fosse in grado di affrontare il problema dell’antifascismo con le tradizionali strutture dello Stato, organizzarono un nuovo movimento squadrista per combattere la lotta resistenziale, in cui confluirono confusamente elementi ideali e istintuali di vario tipo, tutti eversivi dell’ordine costituito e ostili ad ogni disciplina ed inquadramento. Le “brigate nere”, pur non identificandosi nella polizia e nell’esercito della RSI, operarono pur sempre all’interno del nuovo Stato Fascista, godendo di impunità e protezioni offerte dalle autorità fasciste. Erano formazioni incontrollabili, che reclutano nelle proprie file individui violenti e anarcoidi, spesso reclutati direttamente nella malavita, delinquenti comuni decisi ad approfittare dell’occasione per mascherare con una militanza politica violenze e interessi criminali, reati contro le persone e il patrimonio e risoluzione di vecchi rancori. La popolazione civile era vista dall’ala dura fascista come una massa passiva di traditori conniventi con la Resistenza. Rappresaglie in viveri e denaro, sommarie esecuzioni, acuirono lo sgomento e l’angoscia della gente, costretta a vivere in una permanente incertezza.
Con il passare dei mesi il neosquardismo si fa sempre più virulento, contagiando persino reparti speciali delle forze armate: le gesta della X flottiglia MAS sono destinate a rimanere tristemente famose. La formazione di Junio Valerio Borghese rese significativi servizi agli invasori tedeschi: rastrellamento, cattura, sevizie, deportazioni uccisioni di partigiani e di elementi antifascisti in genere, oltre ad ingiustificate azioni di saccheggio ed asportazione violenta ed arbitraria di averi di ogni genere alle popolazioni civili.
Alla fine dell’estate del 1944 la situazione è talmente degenerata che i tardivi interventi delle autorità centrali per imbrigliare e regolamentare il fenomeno sono destinati a cadere nel vuoto.



il portale

  Scegli il percorso


  Newsletter

Se vuoi ricevere informazioni sulle nostre iniziative iscriviti alla nostra newsletter.


  Ricerca

Ricerca

» Ricerca Avanzata




Stampa questa Pagina | Segnala questa Pagina | Torna Su


Portale di Sant'Anna di Stazzema